Artiglio del Diavolo

 
Ribes Nigrum

Ribes Nigrum
Ribes nigrum
Parti usate: semi

Come già discusso a proposito del mirtillo rosso, le proprietà formacologiche dei frutti del sottobosco sono innumerevoli ed il campo di lavoro è estesissimo. Si pensi che è possibile isolare, in questi minuscoli semi, più di 500 diversi flavonoidi! Oltre ai flavonoidi e ai tannini sono determinabili: cariofillene, cadinene, sabinolo, terpineolo, sesquiterpeni e vari fenoli.
Il ribes mostra i seguenti effetti:
– effetti antiradicalici;
– azione regolarizzante la pressione arteriosa;
– azione antinfiammatoria;
– inibizione della lipoperossidazione;
– rigenerazione della porpora retinica;
– protezione del microcircolo (effetti capillaroprotettivi).
L’attuale ricerca scientifica sta compiendo ulteriori sforzi per allargare le applicazioni cosmetiche e terapeutiche del prodotto.

Ribes Nigrum è un coadiuvante tradizionale per:
Dolori reumatici (azione antinfiammatoria)
Gotta
Artrite
Dolori mestruali
Prevenzione di:
Allergie
Eczema
Epatiti
Herpes

italiasalute.leonardo.it/erboristeria/ribesnigrum.asp

———————
 
La risposta della fitoterapia a dolori muscolari ed articolari è data da due piante molto conosciute ed usate: l’Artiglio del Diavolo e l’Arnica.

L’Artiglio del Diavolo, o harpagophytum procumbens, può essere definito il benefattore delle articolazioni in quanto trova indicazioni nella cura dell’artrosi, dei reumatismi e di altre manifestazioni articolari dolorose. La sua attività antiinfiammatoria ed analgesica è stata comprovata da indagini scientifiche autorevoli: studi effettuati su soggetti artrosici hanno dimostrato che l’uso dell’Artiglio allevia significativamente i dolori, migliorando nettamente la mobilità e l’elasticità articolare pur presentando possibili effetti collaterali a danno dello stomaco, al pari degli antinfiammatori di sintesi.

L’Artiglio del Diavolo è oggi universalmente conosciuto, tanto che può essere un valido sostituto dei trattamenti antiinfiammatori classici. La pianta dà buoni risultati anche nel trattamento dei disturbi degli sportivi come le tendiniti.

Un’altra proprietà significativa posseduta dall’Artiglio del Diavolo è quella di favorire l’eliminazione dell’acido urico, risultando efficace nella cura della gotta. L’Artiglio del Diavolo è venduto sia sotto forma di pastiglie contenenti l’estratto secco della radice, che è di fatto la sola parte utilizzata della pianta, sia sotto forma di pomata per uso topico; si ricorda infine, per chi ama preparare tisane, che è possibile reperirlo anche come radice.

L’Arnica montana è più specificatamente indicata per il trattamento dei dolori muscolari; è molto utilizzata in ambito sportivo, soprattutto in forma di olio o come estratto aggiunto alle pomate antidolorifiche.

Di solito l’Arnica è particolarmente adatta nei casi in cui il dolore si aggravi con il movimento e si placa con il riposo e l’immobilità. E’ utilizzata soprattutto a livello topico, in quanto studi recenti hanno dimostrato una media tossicità nell’uso prolungato a danno delle mucose, anche se nell’antichità essa veniva spesso utilizzata per curare l’angina pectoris (stimola il sistema immunitario ed il cuore).

L’uso interno deve essere effettuato sotto stretto controllo medico ed in generale il trattamento non deve essere troppo lungo, al massimo 1 o 2 settimane. L’Arnica è diventata in molte regioni italiane una specie protetta di cui è vietata la raccolta.
www.farmacoecura.it/erboristeria-ed-omeopatia/proprieta-arnica-artiglio-del-…

 
Note da una discussione in un forum che frequento:
l’Artiglio del Diavolo
"certamente non guarisce l’artrite reum. però io ho notata che quando c’è la fase acuta calma il dolore,
mio figlio **** facendo palestra si è provocato una lesione alla cuffia rotatoria e mettendo tre volte al giorno il gel "ArtiDOL" il dolore passa.dentro a questo gel ci sono queste piante:Artiglio del diavolo-boswellia serrata-salice bianco-arnica montana-ginepro-eucalipto e zenzero.il costo è di 13 euro,e ne vale la pena veramente spenderli".
 
 "i farmaci biologici sono una scoperta dell’ultima generazione della medicina "tradizionale". Non è una cura definitiva, ma ha fatto veramente molto nel bloccare il processo degenerativo provocato dall’artrite reumatoide.

l’artrosi è una cosa diversa dall’artrite reumatoide. Molto diversa. Nell’artrosi l’artiglio del diavolo aiuta.
C’è anche un’altra sosanza che aiuta nell’artrosi – la capsaicina, cioè il comunissimo peperoncino. Esiste una pomata con capsaicina che è molto buona, l’ho provata di persona e me l’ha indicata il mio reum tra l’altro. "

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sciamano

Sciamano

...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: