Vampirismo energetico

 
 

Il Vampirismo energetico

Vi porto all’attenzione del Vampirismo energetico una cosa alla quale purtroppo ne possiamo esser vittima. La Rete ed intendo Internet offre molte modalità ai Vampiri di mettere in atto atti di appropriazione energetica altrui, ma anche nella vita di ogni giorno succede questo.

Qua sotto alcune parti che ho trascritto da un libro.

Identikit del vampiro"
– Il Vampiro è qualcuno che si nutre dell’energia altrui, della forza vitale dei suoi simili. Con una predilezione per gli appartenenti alla "specie degli innocenti"…
Agisce in modo tale da raggirare o mortificare o umiliare gli altri in ogni buona occasione”

Ciò che fa fremere il vampiro sono le prelibatezze, "il Vampiro ha bisogno della vita, perché la sua preda è l’energia vitale, l’energia che pulsa, che scorre, che viene da una sorgente invisibilee che si manifesta attraverso la vitalità, la gioia, l’entusiasmo, l’armonia, la fiducia, l’affetto, le cose delicate, i sentimenti."
Il pericolo è che il predatore ha "altissime probabilità di trasformare in Vampiri le sue vittime, perché chi viene privato brutalmente della forza vitale sarà portato a fare altrettanto con altri innocenti, illudendosi così di restaurare il proprio patrimonio energetico."

Il Vampiro sminuisce la persona che attacca e lo porta alla “negazione del riconoscimento dei meriti".

Come modalità di appropriazione dell’energia” nella sua vittima, la negazione del riconoscimento dei meriti, invece, ha obiettivi più circoscritti e mirati, tendenti a limitare il raggio d’azione di qualcuno perché "non si allarghi troppo". E’ uno schema vampirico che può scattare sia in un ambiente dove la competizione è parte del gioco (per esempio in un posto di lavoro o in certi ambienti di studio) sia in una comunità in cui i componenti dovrebbero, invece collaborare assieme per perseguire uno scopo comune”.
Il vampiro in questi casi attacca la persona che sta bene con se stessa, che ha successi, che vive con gioia e che quindi diventa preda della demolizione da parte del Vampiro con il suo modo per screditarlo, lavorando alle spalle e denigrandolo, trovando appigli per il merito che non ha.

L’amico o il familiare invece sarà portato alla demolizione della serenità psicologica della persona.

In pubblico il vampiro si darà una sorta di morale per le sue azioni, più “o meno pubbliche al fine di “fare giustizia contro i fortunati” ostacolando con ogni mezzo anche il più sleale.

Il Vampiro usa gli spettatori come vittime. Preda l’energia di chi osserva incredulo il suo modo di fare.
“Il Vampiro oltre a divorare, sotto forma di dignità, l’energia della vittima, il vampiro trova modo di divorare anche quella degli ignari spettatori che hanno la sventura di servirgli da uditorio nella sua crociata contro il “fortunato”.”

Il Vampiro è un manipolatore e manovra l’ambiente circostante, può agire in vari modi anche promettendo i propri favori “in cambio dell’esclusione della vittima dal contesto sociale in cui si svolge l’azione”.

Un altro metodo che sa usare è portare la persona all’isolamento con una tecnica semplicissima che porta ad esempio al nascondere i successi della vittima in questione ottenendo così “senza sforzo la svalutazione dei meriti della vittima” designata.

La manipolazione mentale con la paura.
“La filosofia del Vampiro si basa più o meno su queste proposizioni: “Io ti nego. Io nego la vita che è in te, e ti consiglio di piegarti alle mie regole, se non vuoi pagarne le conseguenze”.

La negazione che non è indifferenza ma snaturazione.

Un esempio banale può essere quello di non ricambiare un saluto di un’altra persona. In questi casi però non si tratta di indifferenza, lo fa in modo provocatorio cercando di cogliere il movimento emozionale della vittima. Il malessere in questo caso è immediato, un disagio, un profondo stato di stordimento o di angoscia o di depressione come si suol dire. Ecco che il Vampiro ha già raccolto la sua energia dalla vittima.
“La spiegazione è semplice: quella persona (il vampiro), per un istante, ci ha privati della nostra dignità umana… la privazione della dignità funziona sempre, perché è un dato obiettivo, un fatto. Il Vampiro è molto potente perché ha capito questo meccanismo: basta negare agli uomini, in un modo o in un altro, la loro dignità, e l’alimentazione energetica sarà assicurata.

La negazione della dignità, proprio perché spinge il prossimo verso condizioni di imposta umiliazione o di forzata superiorità, è un piccolo crimine contro l’umanità e contro l’unica, incontrovertibile verità, religiosa e laica, che esiste sulla terra: che gli uomini sono tutti uguali.

(Vampiri energetici, Mario Corte)


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Sciamano

Sciamano

...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: