La padronanza dell’Amore (D.M. Ruiz)

Tutto è creato dall’Amore, dalla Vita. Anche la paura non è che un riflesso dell’amore, ma negli umani la paura controlla la mente, e noi interpretiamo ogni cosa secondo ciò che abbiamo nella mente. Se la mente è piena di paura, analizzeremo le nostre percezioni in base alla paura. Se c’è ira, percepiremo secondo l’ira. Le nostre emozioni sono il filtro attraverso cui guardiamo il mondo.

Possiamo dire che gli occhi sono l’espressione di ciò che sentiamo.

Percepiamo il Sogno esterno secondo i nostri occhi. Se siamo irati, vediamo il mondo con gli occhi dell’ira. Se invece lo vediamo con gli occhi della gelosia, per esempio la nostra reazione sarà diversa. Con gli occhi della pazzia tutto vi disturberà, con quelli della tristezza, piangerete perchè piove, perchè c’è rumore, per tutto. La pioggia è la pioggia. Non c’è nulla da interpretare o da giudicare, ma ciascuno vede la pioggia secondo il proprio corpo emozionale. Se siete tristi, tutto ciò che percepite vi sembrerà triste.

Ma se vete gli occhi dell’amore, vedrete amore ovunque. Gli alberi e gli animali sono fatti d’amore. L’acqua è fatta d’amore. Se percepite con gli occhi dell’amore, potete collegare la vostra volontà con quella di un altro sognatore e i vostri due sogni diventeranno uno. Con la percezione dell’amore, potete diventare una cosa sola con gli uccelli, con la natura, con un’altra persona, con tutto….

Ma per poterlo fare è necessario ripulire la mente dalla paura e percepire con gli occhi dell’amore.


Siete ciò che credete di essere. Non c’è nulla da fare eccetto essere ciò che siete: Avete il diritto di sentirvi belli e di goderne. Potete onorare il vostro corpo e accettarlo così com’è. Non avete bisogno che qualcuno vi ami. L’amore viene da dentro. Vive in voi ed è sempre lì, ma una parete di nebbia vi impedisce di vederlo. E’ possibile percepire la bellezza all’esterno solo quando riuscite a percepire la bellezza che vive dentro di voi.


Siete completi. Quando l’amore irradia da voi, non avete bisogno di cercarlo per paura della solitudine. Se amate voi stessi, potete essere soli e non c’è problema. Siete felici da soli, e anche con gli altri.


I rapporti sono un’arte. Il sogno creato da due persone è più difficile da padroneggiare di quello creato da un singolo. Per essere felici in due, bisogna che ciascuno mantenga in perfetto stato la propria metà. Entrambi avete una certa quantità di spazzatura emotiva, di cui siete respondsabili. Siete voi a dovere pulire la vostra spazzatura, non l’altro. Se il partner prova a ripulire i vostri rifiuti, probabilmente finirà con il naso rotto. Dobbiamo imparare a non immischiarci in quello che non ci riguarda….

Permettetegli di essere se stesso, di guarire senza il vostro intervento. E potete accordarvi perchè lui o lei faccia lo stesso con voi…

Guarite la vostra metà, e sarete felici. Se potete farlo, sarete pronti per un rapporto senza paura, senza bisogni. Ma ricordate: potete guarire soltanto la vostra metà. Se ciascuno dei due lavora per guarire la sua parte, vedrete un rapido progresso nel rapporto. L’amore è ciò che rende felici, e se diventate entrambi servi dell’amore, verrà un giorno in cui potrete stare insieme senza colpa e senza biasimo, senza rabbia e senza tristezza. Il giorno in cui sarete completamente aperti, solo per condividere, per servire e per dare amore, sarà un giorno meraviglioso.


Infine, se diventate consapevoli che nessun altro può rendervi felici, perchè la felicità è il risultato dell’amore che viene da dentro di voi, sarete maestri della più grande arte dei Toltechi: la Padronanza dell’Amore.


La padronanza dell’amore, Don Miguel Ruiz

 

 

Digressione

Sciamano

Sciamano

...