Il potere della visualizzazione positiva, Shakti Gawain

 La visualizzazione ed il pensiero positivo, le affermazioni sono un ottimo modo per coltivare la nostra fiducia

e serenità interiore. Qua vi metto alcuni scorci tratti dal libro Il potere della visualizzazione positiva, Shakti Gawain

Un abbraccio di Luce

White Fearn
“Questo è lo scopo della visualizzazione creativa fare di ogni istante della nostra vita un momento meravigliosa creatività, in cui scegliamo con perfetta naturalezza a vita migliore, la più bella, la più gratificante che possiamo immaginare”

Affermazioni
– Questo e qualcosa di meglio, ora si realizza per me, in un modo soddisfacente e armonioso, con il massimo
vantaggio per tutte le persone interessate
– Sto passando un meraviglioso week end… che meravigliosa vacanza
– stabilire obiettivo, creare un’idea o immagine chiara, concentratevi spesso sulla vostra idea immagine, fornite
energia all’idea immagine
– la visualizzazione creativa è magia, nel senso più autentico ed elevato del termine. Richiede di comprendere i principi naturali  che regolano il funzionamento dell’universo e di imparare ad usarli nel modo più consapevole e creativo possibile

– Fortunatamente la visualizzazione creativa è un metodo così intrinsecamente potente che anche soltanto cinque minuti
di meditazione positiva, consapevole, possono controbilanciare ore, giorni, o persino anni di schemi mentali negativi.
– collegarci con il nostro essere, facilitare e focalizzare il nostro fare, approfondire, espandere e sintonizzare il nostro avere
– tre elementi che determinano la misura in cui la visualizzazione creativa ha effetto. Desiderio, fiducia, accettazione
– La luce divina e l’amore divino stanno fluendo attraverso di me e irradiano ogni cosa attorno a me
– lo spirito agisce attraverso me, io sono colmo di energia creativa, la luce dentro di me sta creando miracoli nella mia vita,
qui adesso
– posso seguire la corrente
ho sempre tutto ciò di cui ho bisogno
ho tutto l’amore di cui ho bisogno qui, nel mio cuore
sono una persona che ama e che è amabile
sono completo in me stesso
– l’universo è ricco e pieno di abbondanza e che la vita sta effettivamente cercando di portarci
quello che la nostra anima desidera davvero
– io sono degno di amore
io sono gentile e affettuoso e ho molto da condividere con gli altri
sono ricco di talenti, intelligente e creativo
ogni giorno divento sempre più simpatico e attraente
io merito il meglio assoluto della vita
ho molto da offrire e tutti lo riconoscono
amo il mondo e il mondo ama me
io voglio essere felice e avere successo
– io mi amo e accetto completamente così come sono
io sono un essere pieno di forza, di amore, e di creatività
– invocare una qualità che venga a voi, oppure un personaggio famoso che volete acquisirne le caratteristiche
spirituali o creative qualità forza, saggezza, serenità, compassione, tenerezza, calore, chiarezza, intelligenza, creatività, potere di guarigione
– le affermazioni, ripeterle durante meditazione, prima di andare a letto o appena svegli
ripeterle mentalmente, durante la giornata o davanti allo specchio, oppure registrarle. Metterle scritte
in foglietti, o scriverle più volte, metterle in diversi punti leggibili in casa

                    – accettare se stessi
io mi accetto pienamente, qui e adesso
accetto tutti i miei sentimenti come parti di me stesso
sono bello e degno di amore, a prescindere dalle mie sensazioni
ora voglio vivere tutti i miei sentimenti
io voglio bene a me stesso quando esprimo i miei sentimenti
– sentiri bene
è giusto che io provi piacere, e lo faccio
mi piace fare delle cose che mi fanno stare bene
sono profondamento rilassato e concentrato
– se decideraiuna cosa, ti riuscirà, e la luce brillerà sul tuo cammino. (Giobbe, 22.28)
– mentre faccio pulizia e sgombro il mio spazio fisico, faccio pulizia e sgombro la mia vita, preparandomi a ricevere
tutto il bene che sta venendo a me

– ogni giorno divento più sano e più attraente
tutto ciò che faccio accresce la mia salute e la mia bellezza
ogni giorno divento più forte e più sano
più amo e apprezzo me stesso, più bello divento
ora sono irresistibilmente attraente per le donne
amo il mio corpo così com’è
ho un fascino naturale, così come sono
– Nel nostro cuore, tutti sappiamo quale sia il nostro scopo superiore, ma spesso non lo riconosciamo a livello consapevole, nemmeno con
noi stessi. In effetti, la maggior parte della gente sembra fare di tutto per nascondere a se stessa e al mondo questo
scopo superiore. Ha paura e cerca di fuggire il potere.  la responsabilità e la luce che accompagnano l’atto
di riconoscere e di esprimere il loro vero scopo della vita.

–                                          La Bolla rosa
Sedetevi e distendetevi in una posizione comoda, chiudete gli occhi e respirate profondamente, in modo lento e naturale.
Gradualmente rilassatevi sempre più.
Immaginate una cosa che vorreste che si realizzasse. Immaginate come se fosse già successo: raffiguratela il più
chiaramente possibile.
Ora con l’occhio della mente, circondate il vostro desiderio con una bolla rosa: il rosa è il colore associato conn il cuore
e se circondate con una vibrazione di questo colore quello che visualizzate, otterrete soltanto ciò che è in perfetta
armonia con il vostro essere
Il terzo passo è quello di lasciar andare la bolla, immaginando che fluttui liberamente nell’universo, sempre
contenendo la vostra visione. Questo simboleggia il fatto che la state “liberando” emotivamente. Ora la bolla è libera di volare nell’universo, attraendo e
raccogliendo energia perchè si avveri il suo contenuto.

                                   Meditazione sull’abbondanza
Rilassatevi completamente in una posizione comoda. Raffiguratevi in un ambiente naturale, piacevole, per esempio,
su una verde radura erbosa, con un grasioso ruscello, oppure su una spiaggia di sabbia bianca in riva all’oceano.
Prendetevi il tempo necessario per immaginare tutti i dettagli più meravigliosi, vedendo voi stessi nell’atto di godere e apprezzare
pienamente lo scenario. Ora cominciate a camminare, ben presto vi troverete in uno scenario del tutto diverso,
magari davanti ad un campo di grano dorato ondeggiante al vento, o in un lago a nuotare.  Continuate a camminare e ad esplorare, scoprendo paesaggi sempre nuovi e diversi, uno più incantevole dell’altro, montagne, foreste, deserti, qualsiasi cosa attragga  la vostra fantasia. Prendetevi tutto il tempo necessario per apprezzare la bellezza di ciascun panorama.
Ora immaginate di tornare a casa, in un ambiente semplice ma confortevole e bello, quello che si adatta più ai vostri gusti.
Immaginate di avere una famiglia affettuosa, degli amici e dei vicini simpatici. Visualizzate voi stessi mentre fate un lavoro che vi piace, in cui potete esprimervi creativamente in maniere che sentite peerfettamente adatte a voi. Siete ampiamente ricompensati per i vostri sforzi, sia con la soddisfazione interiore che con l’apprezzamento da parte degli altri e con un ritorno ecconomico. Immaginatevi soddisfatti e felici, gustare pienamente la vostra vita. Ora cercate di immaginare un mondo pieno di persone che vivono in modo semplice ma prospero, in armonia tra loro e con la Terra.

                                     Affermazioni
L’abbondanza è il mio modo di essere. Ora voglio accettarla pienamente e giocosamente
Ora sono pronto ad accettare tutta la gioia e la prosperità che la vita ha da offrirmi
ora godo di una grande prosperità finanziaria
ora ho denaro in abbondanza per le mie necessità personali e per le necessità della mia famiglia
mi sento profondamente soddisfatto della mia situazione finanziaria
mi sento ricco, sano e felice
                                            – creare il proprio santuario
il santuario è il posto ideale per rilassarvi, trovare la tranquillità e la sicurezza di cui avete bisogno, e potete
crearlo esattamente come lo desiderate
Chiudete gli occhi e rilassatevi in una posizione comoda. Immaginatevi in un bellissimo ambiente naturale. Può essere
un qualsiasi posto che vi affascini… un prato, la cima di una montagna, la foresta o la riva del mare. Potreste essere
perfino in fondo all’oceano o su un altro pianeta. Dovunque si trovi, questo posto deve essere per voi piacevole,
comodo e tranquillo. Esplorate il vostro ambiente, osservandone tutti i dettagli visivi, i suoni e gli odori, assaporate
tutte le emozioni o le impressioni che vi suscita.
Ora fate tutto quello che vi sembra adatto per rendere questo posto più familiare e confortevole possibile. Potreste aver voglia di costruirvi una casa
o una specie di rifugio, o forse semplicemente circondare l’intera zona con una luce dorata di protezione e sicurezza: create e disponete le cose in questo luogo
secondo la vostra comodità e il vostro piacere, oppure celebrate un rituale che lo consacri come il vostro posto speciale.

                                                                      Aprire i centri di energia
Stendetevi sulla schiena con le braccia lungo i fianchi o con le mani intrecciate sullo stomaco. Chiudete gli occhi, rilassatevi e respirate con calma, profondamente e lentamente. Immaginate che ci sia una sfera di luce dorata brillante che circonda la cima della vostra testa. Respirate profondamente e lentamente, inspirando ed espirando cinque volte, mantenendo l’attenzione sulla sfera di luce, sentendola irradiare dalla sommità della testa.
Ora lasciate che la vostra attenzione si sposti sulla gola. Immaginate nuovamente una sfera di luce dorata che emana dalla regione
della vostra gola. Respirate lentamente, inspirando ed espirando cinque volte, concentrando l’attenzione su questa luce.
Lasciate che la vostra attenzione si sposti sul centro del petto. Immaginate nuovamente la luce d’oro che irradia dal centro del petto. Di nuovo fate cinque profonde respirazioni compllete, sentendo l’energia che si irradia e si espande.
Spostate l’attenzione sul vostro plesso solare, o l’area dell’ombelico; visualizzate la sfera di luce dorata attorno al centro del vostro corpo. Respirate in essa cinque volte, sentendo l’energia della luce che irradia e si espande. Ora visualizzate la luce che brilla all’interno della regione pelvica e tutt’intorno ad essa.
Di nuovo fate cinque profonde respirazioni complete, sentendo l’energia della luce che irradia e si espande.
Alla fine, visualizzate la sfera luminosa attorno ai vostri piedi, e respirate in essa ancora cinque volte.
Ora immaginate tutte e e sei le sfere di lcue che risplendono insieme: il vostro corpo è come una collana di perle preziose che irradiano splendore ed energia.
Respirate profondamente, mentre espirate, immaginate l’energia che fluisce verso il basso lungo la parte esterna di un lato del vostro corpo, dalla cima della testa fino  ai piedi. Mentre inspirate, immaginatela scorrere verso l’altro lato, lungo l’altro lato del corpo,  fino in cima alla testa. Fate circolare l’energia in questo modo attorno al vostro corpo per tre volte. Ora visualizzate il flusso di energia che scende dalla cima della testa lungo la parte anteriore del corpo, fino ai piedi, espirando lentamente.  Mentre inspirate, sentite questa energia che scorre nuovamente verso l’alto, sulla parte posteriore del corpo
fino alla cima della testa. Fate circolare il flusso in questa dierezione per tre volte.
Ora immaginate che l’energia si raccolga ai vostri piedi, e fatela scorrere lentamente verso l’alto, passando per l’asse centrale del vostro corpo
dai piedi alla testa come una fontana di luce, per poi ridiscendere lungo la superficie esterna del corpo, fino ai piedi. Respirate per varie volte, finchè lo desiderate.
Alla fine di questa meditazione vi sentirete profondamente rilassati, e allo stesso tempo pieni di energia e di felicità.

                                                        es. Guarire gli altri
Rialssatevi profondamente ed eseguite il metodo che preferite per entrare in uno stato mentale calmo e profondo.
Pensate a voi stessi come a un canale sgombro attraverso il quale fluisce l’energia di guarigione dell’universo. Questa energia non proviene  da voi personalmente, ma da una sorgente superiore e voi servite come tramite, per focalizzarla e dirigerla.
Ora raffiguratevi, o pensate alla persona interessata, nel modo più chiaro possibile. Chiedetele se c’è qualcosa in particolare
che vorrebbe che voi faceste per lei durante la vostra meditazione. Se c’è, fatelo meglio che potete, se sentite che si tratta di una cosa giusta.
Se provate l’ilmpulso di lavorare sulla guarigione di una parte specifica del corpo della persona interessata, fatelo senz’altro. Dovete vedere tutti i problemi eliminati,
ogni disturbo guarito e che tutto funziona perfettamente.
Poi raffiguaratevi la persona circondata da una luce dorata, risanatrice.. con l’aspetto di chi irradia salute e felicità. Nella vostra mente parlate con lei direttamente, ricordatele che c’è un potere superiore che si prende cura di lei e che se lo desidera può guarire. Ditele che la stae aiutando a ottenere una salute completa e la felicità piena e che continuerete a mandarle energia, affetto e sostegno.
Quando sentite di aver finito, aprite gli occhi e tornate al mondo esterno con una sensazione di freschezza, vigore e salute.
D’ora in poi, nelle vostre meditazioni immaginatevi la persona in questione come perfettamente sana. Non date più energia mentale o forza alla malattia; cercate semplicemente di vedere a persona come perfettamente guarita.

                                                            es. Meditazione contro il dolore
La seguente tecnica meditativa può essere applicata a una persona che soffre di mal di testa o di un qualsiasi altro dolore specifico.
Fate distendere la persona, chidetele di chiudere gli occhi e di rilassarsi profondamente, poi di concentrarsi sul suo respiro
per qualche tempo, respirando lentamente e profondamente, ma senza sforzo. Fatela contare alla rovescia da 10 a 1, lentamente, sprofondando in uno stato sempre più rilassato ad ogni numero.
Quando la persona è rilassata molto profondamente, chiedetele di raffiguarsi o di immaginare un colore brillante
(il primo colore che gli viene in mente), come una sfera di luce radiosa del diametro di circa quindici centimetri, che si espande sempre più fino a ricoprire completamente il suo campo visivo mentale. Quando la persona ha avuto questa esperienza, chiedetele di immaginare che questa sfera si restringa, diventando sempre più piccola, fino a tornare alle dimensioni originali. Poi ditele di far rimpicciolire ancora la sfera, fino al diametro di due o tre centimetri di diametro, e poi ancora, fino a scomparire del tutto. Ora fate ripetere ancora l’esercizio di visualizzazione, e questa volta chiedete alla persona interessata di immaginare che la sfera  colorata sia il suo dolore”.

Il potere della visualizzazione positiva, Shakti Gawain
swordfiregirl

Annunci

In te non c’è nulla di sbagliato, Cheri Huber

Sotto alcuni stralci del libro, parole per riflettere:

– “Noi siamo responsabili di essere la persona che abbiamo sempre voluto trovare.

– Dobbiamo diventare il nostro migliore amico. Dobbiamo imparare a dare a noi stessi e a ricevere da noi stessi amore e accettazione incondizionati.

Non è egoistico. E’ il primo passo da gigante verso l’altruismo.

– Tutto quel che è necessario è sedere tranquilli con compassionevole accettazione.

– Le situazioni dolorose sorgono non per distruggere la nostra vita, per renderci infelici, per guastarci il divertimento, sorgono per essere curate, per venire abbracciate con compassione.

 – Non prendersi cura di qualcosa è non prendersi cura di se stessi

 – Se potessi avere compassione (amare me stesso)

per l’odio che ho per me stesso (!),

non mi odierei più,

mi amerei

e non ci sarebbe niente di me

da cambiare.

 

– Se prendi la cosa che più ti spaventa al mondo

e la inviti a entrare,

la circondi con le braccia,

e siedi tranquillo con lei,

cosa resta da temere?

 

– L’odio di sé ti incoraggia a giudicare, poi ti bastona perchè giudichi.

Giudichi qualcuno e non è che odio di sé proiettato all’esterno, poi lo riporti su di te

quando ti prendi a bastonate perchè giudichi.

E’ come dire: “Testa perdi tu, croce perdi tu”.

– Far ritorno a chi veramente siamo significa la fine dell’illusione della separatezza, dell’egocentrismo. Per questo è tanto difficile e quasi nessuno lo fa.

– L’egocentrismo è molto potente, molto intelligente, molto determinato, perchè pensa di lottare per la sua vita.

– Dunque, più andiamo in profondità e più sembra peggio. Per questo è difficile imparare a star seduti tranquilli e non credere a niente di quel che le voci ci dicono, per questo è così cruciale trovare la compassione.

 – La vita è molto breve. Non abbiamo tempo per essere spaventati. Non ci è concesso il lusso di permettere alla paura e all’odio di governare la nostra vita.

 – La sofferenza/dolore non può essere guarita dall’odio di sé, ma solo dall’accettazione compassionevole.

Se accettiamo, se ci apriamo, la vita ci trasformerà.

Se resistiamo, se cerchiamo di scappare, dolore e sofferenza si rinforzano e creiamo di nuovo le condizioni per soffrire.

Quando lo abbracciamo, il dolore erode la sofferenza.

– Se siamo determinati e pazienti, la vita eserciterà su di noi la sua magia. A poco a poco, tutto quello che non è compassione verrà smantellato, eliminato. Il dolore e la soffrerena di aggrapparsi al condizionamento, alle convinzioni, alla paura diventeranno così forti che li lasceremo andare.

– E ogni volta che lasciamo andare, troviamo al posto della sofferenza la pace, il sollievo, il benessere, e un crescente senso di gratitudine e di compassione,

 – Cominciare a svegliarsi. Cominciare a non prendere le cose personalmente. Cominciare a vedere che la vita non è l’”errore” di nessuno.

– Semplicemente è e tu semplicemente sei e semplicemente va tutto bene.

 – Tutti i conflitti nella vita sono tra lasciar andare o aggrapparsi

aprirsi al presente o attaccarsi al passato

arrendersi o contrarsi.

 – Nel presente possiamo accoglier il passato e liberare il futuro.

Se il futuro non è libero di essere il presente che è, il nostro presente sarà sempre vissuto nel passato.

 – Vivere con compassione per se stessi dà a ognuno di voi il genitore amorevole che avete sempre desiderato.

 – Solo tu sai come vuoi e hai bisogno di essere amato.

Solo tu puoi amarti come vuoi e hai bisogno di essere amato.

Se non puoi, se non riesci (superando il tuo condizionamento) a darti quello di cui hai bisogno, come puoi pensare che qualcun altro, che non è affatto così motivato, che cerca di avere la stessa cosa per sé (magari da te!), te lo darà?

 – Persone di 40, 50, 60 anni aspettano che i genitori facciano loro da genitori.

“Non voglio dover amare me stesso. Voglio che sia mia madre ad amarmi. Voglio che mio padre mi dia quello di cui ho bisogno”.

Ci sono ottime probabilità che tutto questo non accada mai.

Se i tuoi genitori potessero amarti nel modo in cui vuoi tu, sarebbe già successo.

 – L’unica differenza tra la vita che vivi e la vita che vuoi vivere è la sensazione di essere apprezzato, amato e accettato. Incondizionatamente.

Dunque…

dallo a te stesso subito,

ora, non aspettare!

Non quando sarai cambiato.

Non quando sei in uno stato d’animo migliore.

Non quando te lo sei guadagnato.

Subito.

Puoi comininciare ad apprezzarti

perchè leggi questo libro,

perchè ti interessi,

perchè ti impegni,

perchè apri il cuore.

 

– Non c’è niente di peggio nella tiva

che vivere nella paura e nell’odio di sé.

E la cosa più triste è che vivere nella paura e nell’odio di sé non impedirà

a quello di cui hai paura e che odi di accaderti.

– L’odio di sé ti spinge fuori dall’esperienza del momento presente per farti concentrre su: “Cosa c’è di sbagliato? Che cosa ho fatto?” E’ questo autocosciente interrogarsi e analizzarsi che ti porta via dal momento presente, nel passato: “Come avrei dovuto essere invece di come sono stato?”, nel futuro: “Che cosa dovrei fare?”.

 

(In te non c’è nulla di sbagliato, Cheri Huber)

10 Modi per imparare ad amarsi

10 MODI PER IMPARARE AD AMARSI

1 agosto 2013 alle ore 9.31

10 MODI PER IMPARARE AD AMARSI

 

1. NON CRITICARTI!Non farlo MAI, per nessun motivo. La critica NON è mai costruttiva, non migliorerai di certo ripetendoti di essere ‘stupido’, ‘sciocco’, ‘incapace’. Ricorda che l’inconscio non è in grado di discernere l’ironia dalla verità, e soprattutto non è capaci di mettere fine a quanto tu gli hai già comunicato più volte. Immagina la tua mente come un computer nel quale immetti informazioni, quando lo apri cosa vi trovi? Esattamente quello che vi hai messo. Comincia a pensare a te in termini di APPROVAZIONE. Ricorda che ogni giorno fa la differenza: puoi cambiare in qualunque momento, la responsabilità è tua e per farlo occorre che tu smetta immediatamente di criticarti. Sostituisci perciò la critica con l’approvazione. Trova tutte le occasioni possibili ad ogni azione che fai per ripeterti: «Bravo! Ce l’hai fatta!» – «Fantastico, sei proprio in gamba!» – «Ehi, ma sei proprio creativo!»

 

2. ELIMINA LA PAURA DALLA TUA VITA.Il pensiero crea la tua realtà: se emetti continuamente pensieri di paura, la paura sarà il risultato della tua vita. Ricorda che ogni cosa che accade ha lo scopo di portarti un insegnamento, ogni avvenimento è perfetto per la tua crescita. Scegli di eliminare la paura e sostituiscila con pensieri positivi e realizzativi. Immaginati sempre il MEGLIO e immaginalo come se già fosse accaduto. Pensa spesso a cose che ti piacerebbe realizzare (abbandonati alla fantasia più sfrenata) e pensale il più dettagliatamente possibile come già realizzate. Ricorda che il tuo pensiero è creativo e ciò che pensi si realizzerà sicuramente.

 

3. SII PAZIENTE!La pazienza è la base di questo cammino. Se hai impiegato anni ad essere quello che sei, puoi permetterti di aspettare il tempo necessario ad effettuare i giusti cambiamenti. L’impazienza ti impedirebbe di imparare e di fare i passi necessari per raggiungere gli obiettivi che ti sei prefisso. Ogni errore può essere corretto, ma se gli errori sono tanti il tempo necessario può essere più lungo. Quando andiamo a scuola non pretendiamo di arrivare alla laurea in pochi mesi: accettiamo di studiare alle elementari, poi alle medie, alle superiori e infine ci prepariamo per l’università. Perché nel cammino di crescita personale la strada dovrebbe essere più breve? Sii paziente con te stesso!

 

4. SII GENTILE CON TE STESSO!Non avercela con te se ti scopri a pensare negativamente. E smettila di incolparti per ogni cosa che va male. Impara a rilassarti, rimani ad ascoltare una musica dolce, osserva il tuo respiro, entra in contatto con la tua Energia interiore. Respira profondamente, chiudi gli occhi e libera ogni tensione accumulata. Ad ogni inspirazione immagina di immettere aria pulita in te, aria limpida e ad ogni espirazione insieme al respiro, emetti le tossine, le paure, le tensione e ripeti mentalmente: «Sono al sicuro, mi accetto completamente»Impara anche a rimanere in silenzio e ad affidare le tue paure all’Energia Superiore. Rimanendo in silenzio, ad ogni respiro ripeti mentalmente: «Mi voglio bene» – «Mi perdono» – «Sono innocente». Puoi farlo ovunque, alla fermata del tram, in ufficio, in casa. Prendi l’abitudine di farlo spesso, soprattutto ogni qual volta senti che alla tua mente arrivano pensieri negativi o di rabbia.

 

5. IMPARA AD APPREZZARTIParti dal presupposto che sei parte dell’universo, se ti disapprovi sminuisci l’Intelligenza Infinita. Ripetiti spesso che sei una persona meravigliosa, ma non limitarti ad una sola ripetizione, fanne mille al giorno e di più se è necessario. Scrivi un elenco di qualità che apprezzi in te. Pensa a te stesso come ad un essere armonioso e gioioso. Al mattino, quando ti lavi, sorridi alla tua immagine e ad alta voce (o mentalmente) ripeti: «Sei una persona stupenda!» Gratificati per ogni cosa che fai. Impara ad accettare il bene che ti arriva, ripetiti spesso. «Io merito il meglio, già da ora!». Entra nello spirito di abbondanza.

 

6. IMPARA A CHIEDERE SENZA PRETENDERE!Se ti viene difficile chiedere aiuto per via di un falso orgoglio, pensa alla frase del Vangelo: «Bussate e vi sarà aperto. Chiedete e vi sarà dato». Avere l’umiltà di chiedere l’aiuto di amici o parenti o terapeuti può farti crescere. Ma ricorda che ‘chiedere’ non vuol dire pretendere. Ognuno risponde come può. E soprattutto ricorda che il chiedere aiuto non ti esime dall’agire. A questo proposito ricorda la frase: «Aiutati che il Ciel ti aiuta».

 

7. AMA LA TUA REALTÀAnche se la vita che hai vissuto fino ad oggi non è stata soddisfacente, questo non vuol dire che tu non possa cambiarla. Tutti facciamo scelte sbagliate: se, tuttavia, continuiamo ad autopunirci per ciò che abbiamo fatto non concluderemo nulla di buono. Se continui ad odiare il tuo lavoro, la tua casa, la tua città o il tuo partner potrai cambiare poco nella tua vita. Indipendentemente dal tipo di situazione negativa in cui ti trovi, sappi che c’è una ragione per ciò. Il cambiamento vero inizia dall’accettazione della tua realtà attuale. Se ti trovi in una data situazione è perché puoi ricavarne qualcosa perché se non fosse così ti daresti da fare per modificarla. Chiediti perciò: «Quali sono i pro di questa situazione? E i contro?» – «Che cosa posso fare per cambiarla?» – Impara a trovare il lato umoristico delle situazioni negative che stai vivendo. Se proprio non riesci a trovarlo fai il ‘pieno’ di film comici.

 

8. CURA IL TUO CORPO.Abbi cura del tuo corpo e del tuo abbigliamento anche quando sei in casa. Ricorda che tu sei il «miglior partner» di te stesso. Cura la tua alimentazione, privilegia i cibi crudi e un’alimentazione vegetariana. Elimina alcool e fumo. Cerca di fare movimento fisico, scegli lo sport che preferisci. Per eliminare gli schemi negativi relativi al corpo o alla linea, è di estrema utilità combinare l’esercizio fisico alla ripetizione di affermazioni positive.

 

9. UTILIZZA LA TECNICA DELLO SPECCHIOPer identificare la causa di un problema che ti impedisce di volerti bene, guardati allo specchio appena alzato e ripeti: «Ti voglio bene. Che cosa posso fare per te oggi? Come posso renderti felice?» Ascolta quindi la tua voce interiore: la risposta arriva sempre, anche se non necessariamente subito. Se, durante la giornata, accade qualcosa di spiacevole, mettiti di fronte a uno specchio dicendoti: «Ti voglio bene comunque.» Se succede qualcosa di meraviglioso, mettiti ugualmente di fronte allo specchio dicendo: «Grazie!» e riconoscendo quindi l’efficacia della tua azione che ti ha consentito di vivere una bella esperienza. Guardandoti allo specchio puoi inoltre perdonare sia te, sia gli altri, nonché parlare agli altri, soprattutto quando hai paura all’idea di farlo a quattr’occhi: in tal modo puoi eliminare vecchi problemi con il partner, i genitori, il capo, i bambini, il partner, dicendo tutto ciò che altrimenti non oseresti dire. .

 

Dice Louise Hay nel libro «Il potere è in te», Armenia:

 

“Le persone che non riescono a volersi bene sono raramente disposte a perdonare: i due fenomeni sono infatti correlati. Quando perdoniamo liberandoci della negatività che è in noi non solo ci scrolliamo di dosso un grande peso, ma apriamo anche la porta all’amore.

 

Il dr. John Harrison afferma che, perdonando se stessi e i propri genitori e liberandosi dei vecchi problemi, si ottengono effetti maggiori che somministrando antibiotici. Ci vuole molto tempo perché un bambino cessi di amare i propri genitori ma, quando Io fa, ce ne vuole ancor di più perché riesca a perdonarli. Se non perdoniamo, non ci liberiamo dei problemi legandoci in tal modo al passato e impedendoci di vivere nel presente. E se non viviamo nel presente, come possiamo crearci un futuro radioso? Il ciarpame accumulato nel passato non fa altro che produrre ciarpame per il futuro.”

 

10. AMATI ADESSO!Se riesci ad amarti e ad approvarti subito entri nell’onda del benessere e sei pronto ad accettare il meglio per te. Una volta che avrai imparato ad amare te stesso potrai imparare ad amare e ad accettare gli altri. Se cambierai tu, gli altri si adegueranno. «Ama il prossimo tuo COME TE STESSO», il punto chiave è proprio qui: «come te stesso». Non credere di poter amare qualcuno se non ami te stesso. Non sei su questa terra per far piacere a qualcuno: devi vivere la tua vita e percorrere la tua strada. Siamo tutti su questa terra per imparare a crescere, ad amare incondizionatamente, a ricevere e dare comprensione, sostegno, carità. Dall’altra parte, quando lasceremo questa terra l’unica cosa che porteremo con noi sarà la nostra capacità di amare. Fonte web

Sciamano

Sciamano

...